D.I.A. - Democrazia Liberale in Azione

IL TUO MOVIMENTO

La Persona al Centro del Bene Comune

In Dibattiti, Iscrizione e social, Politica

Collegati ed iscriviti al nostro gruppo MEETUP per ricevere gli ultimi aggiornamenti, news wd eventi in programma.

Clicca sul Pulsante per collegarti direttamente al movimento!

La struttura organizzativa sotto riportata descrive i vari organi e reparti che compongono il Movimento Democratici In Azione ( D.I.A. )

Le iniziative che le Commissioni del D.I.A. stanno portando avanti

Le attivita’ del D.I.A. vengono riportate su questa parte di menu e riguardano essenzialmente i comunicati politici , i risultati delle elezioni , il lavoro delle commissioni tecniche , delle consulte dei territori , delle associazioni e dei giovani e la scuola di formazione politica

Crea una tua rete o una tua lista politica per ampliare il bacino utenti di D.I.A, in tal moda di far accrescere ancor di più il Movimento.

Iscriviti al Movimento compilando il modulo presente nel link. Si può scegliere tra iscrizione semplice oppure tesserato per avere maggiori privilegi.

Iscriviti al Forum per discutere, condividere e confrontare le proprie idee.

Clicca sul pulsante per accedere direttamente allo stesso.

donazioni

Donazioni

Vuoi fare una donazione o pagare un tesseramento? abbiamo collocato pulsanti appositi per renderti il tutto più facile! Con PayPal avrai un servizio sicuro e affidabile.

comunicati politici 0010

Comunicati Politici

Il Movimento si propone di portare avanti idee e progetti secondo principi etici e morali con particolare attenzione alla solidarietà, allo spirito di servizio, alla professionalità, alla voglia di fare e di essere propositivi rispetto alla soluzione dei problemi della quotidianità.
Troppo spesso tutti noi ci siamo trovati ad ascoltare dibattiti politici scontati basati su concetti annunciati e preconfezionati. Il movimento, invece, si costituisce come catalizzatore della politica “del fare” riservata, ormai, solo all’uomo comune.

comitato di liberazione nazionale

Ultime Notizie

L’ipnosi di massa

DRAGHI PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA? L’APOSTOLO DI BANCHE E FINANZA

Prof. Christian Perronne

Importi relativi ai sovvenzionamenti per i “ricoveri dichiarati Covid”

Dov’è l’emergenza?

I Serpenti Stanno Uscendo

ITALIA vs RESTO DEL MONDO – Vaccino o Green pass obbligatorio

La causa per crimini globali contro l’umanità presentata e accettata dalla Corte Superiore di Giustizia del Canada

Appena arrivato:

La causa per crimini globali contro l’umanità presentata e accettata dalla Corte Superiore di Giustizia del Canada (vedi link sotto) è iniziata. Un team di più di 1.000 avvocati e più di 10.000 esperti medici guidati dal tedesco Reiner Fuellmich, uno dei più potenti avvocati europei, ha lanciato la più grande causa legale della storia chiamata “Norimberga 2” contro l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e il Gruppo Davos (Forum Economico Mondiale guidato dall’ultraottantenne Klaus Schwab) per crimini contro l’umanità.

DR. Reiner Fuellmich è un avvocato tedesco-americano, è quello che ha vinto cause multimilionarie contro la frode della Deutsche Bank e quella contro la Volkswagen per la frode Dieselgate. È uno dei fondatori della “Commissione d’inchiesta sulla corona tedesca”. Fuellmich e il suo team hanno raccolto migliaia di prove scientifiche che dimostrano la totale inaffidabilità dei test PCR e la frode dietro di essi. Fuellmich ha parlato dei vaccini all’epoca e ha dichiarato che “non hanno nulla a che fare con le vaccinazioni, ma fanno parte di esperimenti genetici”. Oltre ai test difettosi e ai certificati di morte fraudolenti prodotti da personale medico corrotto, il vaccino “sperimentale” stesso viola l’articolo 32 della Convenzione di Ginevra.

L’articolo 32 della IV Convenzione del 1949 proibisce “le mutilazioni e gli esperimenti medici o scientifici non necessari al trattamento medico di una persona”. Secondo l’articolo 147, condurre esperimenti biologici su esseri umani è una grave violazione della Convenzione. Il vaccino ‘sperimentale’ viola tutti i 10 codici di Norimberga, che prevedono la pena di morte per chi viola questi trattati internazionali”. Fuellmich ha anche aggiunto che tutto questo è stato pianificato da tempo per essere implementato nel 2050. “Ma poi” le corde sono diventate avide e hanno deciso di anticipare i piani prima nel 2030 e infine nel 2020 con tanta fretta che fanno tanti errori.

Per esempio, i produttori di vaccini non avevano previsto che ci sarebbero stati così tanti effetti collaterali e morti”. “L’Europa”, continua Fuellmich, “è il principale campo di battaglia di questa guerra. Questo perché è completamente in bancarotta. I fondi pensione sono stati completamente saccheggiati. Ecco perché vogliono prendere il controllo dell’Europa prima che la gente se ne accorga. Cosa sta succedendo”.

Ma chi sono queste persone che tirano i fili? Secondo Fuellmich, si tratta di un gruppo di circa 3.000 super-ricchi. La cricca di Davos intorno a Klaus Schwab appartiene a questo gruppo. Cosa vogliono?

Pieno controllo sulle persone. “Corrompono medici, personale ospedaliero e politici. Le persone che non collaborano sono minacciate. Usano tutti i tipi di tecniche psicologiche per manipolare le persone”.

“I media mainstream”, riassume Fuellmich, “raccontano una realtà falsa e dicono che la maggioranza della gente è a favore delle misure e dei vaccini. Questo non è certamente vero.

Per esempio, quasi tutti quelli con cui parlo in Germania sanno che una maschera non protegge da nulla, perché quasi tutti sono ormai informati dai media alternativi. I vecchi media si stanno estinguendo”.

Il consiglio di Füllmich?

“Diffondete la verità e i fatti il più possibile e non sprecate le vostre energie su persone che sono disperatamente vaccinate. Non possiamo salvare tutti. Molte persone moriranno”.

https://corona-ausschuss.de/
Per favore condividi, è stato bannato per 30 giorni in 1 minuto a causa di questo 😅

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

I RICOVERATI IN OSPEDALE, VACCINATI CON DUE DOSI, SONO CONSIDERATI NON VACCINATI!!

Guerra al contante, grande reset economico

Con l’anno nuovo dunque saranno vietati tutti gli acquisti non tracciabili che superino la soglia dei 1000 euro, e per i trasgressori sono previste una multe salatissime, che partono da un minimo di 1000 euro e possono arrivare fino ad un massimo di 50.000 euro.
Anche le donazioni o i prestiti in contanti, persino tra parenti, per un valore superiore ai 1000 euro saranno vietati.
Ad essere sanzionabili sono sia le persone fisiche che quelle giuridiche che effettuino o che accettino il pagamento “cash” per somme maggiori di quella prevista dalla legge. Saranno però possibili i pagamenti misti, in contanti per un massimo di 1000 euro e tramite bonifico o assegno per la parte rimanente.
La stretta è stata decisa con il decreto fiscale collegato alla precedente Legge di bilancio 2020 (governo Conte bis) che prevedeva il passaggio dal precedente limite di 3000 euro a un massimo di 2000 euro a decorrere dal 1° luglio 2020, per poi passare a 1000 euro dal 1° gennaio 2022;
Ufficialmente la misura sarebbe finalizzata a combattere l’evasione fiscale, il riciclaggio e l’autoriciclaggio, anche nell’ottica della lotta al terrorismo.
Chi compra un PC da 1200 euro o uno scooter usato per 2000 euro, così come il nonno che regala al nipote 1500 euro per la laurea, se lo fa in contanti verrà dunque visto come un potenziale evasore e finanziatore del terrorismo.
La lotta al contante non è un fatto recente, già dal 1991 le tecnocrazie europee hanno iniziato a emanare direttive per limitare l’uso della moneta fisica, che però sono rimaste sostanzialmente inascoltate dai governi italiani fino al 2007 , quando sono state recepite dall’esecutivo di Romano Prodi con l’emanazione del D.Lgs. n. 231/2007.
La logica della lotta ai pagamenti cash dovrebbe essere quella di combattere l’evasione fiscale e il riciclaggio, ma la sincerità di questi buoni propositi appare molto dubbia.
La stessa Unione Europea, infatti, porta avanti una guerra senza quartiere contro l’evasione della piccola impresa o delle partite iva, ma consente ai grandi colossi multinazionali di evadere miliardi di euro di tasse in maniera perfettamente legale, e non muove un dito di fronte a Stati membri come l’Olanda che si comportano a tutti gli effetti come paradisi fiscali.
Il nuovo tetto all’uso dei contanti (come altre misure fiscali come la fatturazione elettronica)rientra dunque perfettamente nell’ottica del grande reset economico, poichè penalizzando la piccola e media impresa favorisce l’ulteriore concentrazione della ricchezza nelle mani delle grandi multinazionali e dei loro azionisti.
Ma oltre a favorire il grande capitale la guerra alla moneta fisica ha anche un altro obbiettivo fondamentale, quello del controllo, ossia di renderci tutti tracciabili e controllabili.
Si tratta di una logica molto simile a quella del green pass (che non a caso è gestito dal ministero delle finanze, non da quello della sanità), che permette di controllare costantemente ed in caso di “spegnere” tutti i cittadini con un click.
L’obiettivo finale delle norme sul contante, quello cioè della sostanziale scomparsa del denaro fisico, consentirà a chi controlla il denaro elettronico di impedire a chiunque di vivere nel momento in cui il suo accesso ai sistemi di pagamento elettronico fosse sospeso.
Una sorta di pistola alla tempia puntata contro ognuno di noi dai signori del denaro.

ARNALDO VITANGELI